Blog

A Padova a Marzo Siamo già in Debito d’Ossigeno !

A fine febbraio è stato superato il limite di legge annuale del Pm10: l’anno scorso fu superato il 5 aprile, nel 2015 il 13 marzo, nel 2014 molto dopo, il 21 ottobre, e nel 2013 il 18 ottobre: quindi l’aria di Padova sta peggiorando drammaticamente!

“Serve un piano strutturato, e il Sindaco è responsabile della salute pubblica e dovrebbe adottare misure a lungo termine, che non siano solo provvedimenti tampone – ribadisce Arturo Lorenzoni, Candidato Sindaco di Coalizione Civica per Padova – Infatti è addirittura dal 2000 che Padova ha iniziato a sforare regolarmente, quindi siamo al diciassettesimo anno consecutivo in cui Padova è fuorilegge per l’aria che respiriamo.

Leggi il resto “A Padova a Marzo Siamo già in Debito d’Ossigeno !”

Il Lavoro è una Cosa Seria: il Comune di Padova Dovrebbe Dare il Buon Esempio !

Secondo i dati diffusi dall’Inps, il Comune di Padova è il 2° comune in Italia per utilizzo di buoni lavoro, i cosiddetti “voucher”, secondo solamente al comune di Benevento. I voucher, pensati inizialmente come lo strumento per far emergere il lavoro nero, non solo hanno dimostrato di non essere efficaci in questo senso, ma purtroppo hanno avuto come unico effetto quello di legalizzare la precarietà, diventando un normale sostituto dei regolari rapporti di lavoro.

“L’occasionalità del lavoro, per definizione, rende precario il lavoratore – sottolinea Arturo Lorenzoni, candidato Sindaco per Coalizione Civica per Padova –  ma tramite i voucher si arriva all’abbattimento totale dei diritti: compensi inferiori a parità di lavoro svolto, scarsissima contribuzione previdenziale e nessun accumulo di diritti quali la disoccupazione, la maternità, le ferie”.

Leggi il resto “Il Lavoro è una Cosa Seria: il Comune di Padova Dovrebbe Dare il Buon Esempio !”

Riformare il Servizio Autobus di Padova

Attualmente la rete di trasporto urbano padovano non ha una precisa logica. Tra linee accorpate, eliminate o limitate, guasti di bus e tram, corse saltate e pneumatici esplosi è tecnicamente impossibile fare il conto completo di tutti i disagi provocati alla cittadinanza dalla gestione targata Busitalia fin da giugno 2015, data dei primi servizi urbani dell’azienda del gruppo Ferrovie dello Stato.  Decine di migliaia di utenti persi, decine di migliaia di auto in più sulle strade. Il comune poteva e doveva intervenire.

Coalizione Civica per Padova ha individuato soluzioni realizzabili in tempi brevi e soluzioni di più ampio respiro a medio-lungo termine.

La proposta della Coalizione Civica si articola in alcuni passaggi:

Leggi il resto “Riformare il Servizio Autobus di Padova”

A Proposito della Viabilità e dei Parcheggi di Padova

L’ottimizzazione della viabilità e del sistema della sosta è il necessario completamento della revisione complessiva della mobilità urbana di Padova. La creazione delle fermate ferroviarie, lo sviluppo del sistema tranviario e la ridefinizione della rete di autobus miglioreranno complessivamente l’accessibilità e la mobilità padovana. L’obiettivo è rendere l’auto inutile per gli spostamenti in città, sia per chi a Padova ci abita, sia per chi a Padova arriva per lavorare, studiare, curarsi.

Data la condizione in cui versa la viabilità “a raggiera” che converge su Padova (le strade principali attorno alle quali sono nati i quartieri più popolosi sopportano oggi un traffico di gran lunga superiore alla loro portata) appare necessario sviluppare un sistema di parcheggi di interscambio “radiale”, che apparirà come una sorta di “corona” di parcheggi: il collegamento con la città sarà garantito dalle linee di autobus o di tram, dalle auto e dalle bici condivise pubbliche (car e bike sharing) o private (car pooling).

Leggi il resto “A Proposito della Viabilità e dei Parcheggi di Padova”

Tram, la Proposta di Coalizione Civica

Padova ha indubbiamente bisogno di sviluppare la propria rete tranviaria: troppo è il traffico, troppe sono le direttrici attualmente servite poco e male; il ricorso agli autobus e al filobus non è e non potrà mai essere la soluzione ottimale.

La linea del tram (SIR è l’acronimo di Sistema Intermodale a Rete) è, nonostante i problemi legati alla tecnologia scelta, estremamente apprezzata dai cittadini, in quanto è l’unica modalità di trasporto  con frequenza certa ed inferiore ai 10 minuti.

Leggi il resto “Tram, la Proposta di Coalizione Civica”

Una Nuova Mobilità per Padova

La scarsa competitività del trasporto pubblico urbano ed extraurbano di Padova, di fatto mai reale alternativa al mezzo privato, la mancanza di un’integrazione tra le diverse modalità di trasporto e tra tariffe, la particolare struttura viaria ed insediativa padovana e dell’hinterland concorrono a rendere il traffico uno dei principali problemi della città: sono circa 800mila gli spostamenti effettuati ogni giorno in auto all’interno del comune, 300mila dei quali provenienti da fuori città. Oggi i padovani vivono quotidianamente i danni che derivano da anni contrassegnati dal disinteresse delle varie amministrazioni (comune, provincia e regione) per la mobilità, tema ogni volta affrontato in maniera non puntuale e senza una visione globale.

Tale incapacità politica ha portato il trasporto pubblico padovano a perdere circa 7 milioni di passeggeri, passando dai 32 del 2010, ai 25 milioni del 2016: è necessario invertire questa tendenza ! Tutto ciò ha comportato un fortissimo peggioramento della qualità dell’aria, con continui sforamenti soprattutto per quanto riguarda il PM10. Padova risulta così detenere il triste primato di essere una delle città più inquinate d’Europa.

Leggi il resto “Una Nuova Mobilità per Padova”

Padova, Citta della Bici e del Car Sharing

La Coalizione Civica, parallelamente agli interventi previsti per migliorare il trasporto pubblico, si adopererà per rendere più sicura la circolazione delle automobili, delle biciclette e dei pedoni.

La quota complessiva di spostamenti effettuati attraverso bici e auto pubbliche condivise (bike e car sharing) è oggi modesta. Sono soprattutto gli stalli delle biciclette ad essere poco diffusi sul territorio: l’Arcella ne è priva, il Piovese ne ha uno solo in corrispondenza del parcheggio di interscambio della tangenziale, mentre i capilinea del tram sono completamente sguarniti.

Leggi il resto “Padova, Citta della Bici e del Car Sharing”

Padova Città D’Acque

La cultura dell’acqua fa da sempre parte della nostra città, ma a partire dagli anni ’50 del 900 è stata notevolmente modificata la sua connotazione ed è stato tombinato il Naviglio Interno. Nel corso degli anni inoltre non è stata posta attenzione alla gestione coordinata della risorsa acqua: acqua potabile, acque interne, smaltimento delle acque tutti temi che sono stati trattati in modo separato.

Riteniamo che vada impostata una gestione integrata delle acque della città per raggiungere alti obiettivi tra loro collegati. Il Comune deve farsi carico della gestione delle acque, non può delegare alle partecipate, né considerare la gestione delle acque un mero problema tecnico. La competenza va riportata all’Assessore all’Ambiente.

LE  PROPOSTE DI COALIZIONE CIVICA PER PADOVA

Leggi il resto “Padova Città D’Acque”

Padova, Città dell’Economia Circolare

L’ economia circolare si basa sull’applicazione – ad ogni livello – dei concetti di riuso, riciclo (comunemente riciclaggio), recupero di materia. L’economia circolare oltre ad essere un valore aggiunto per l’ambiente dà nuove opportunità di crescita con la creazione di nuovi posti di lavoro e possibilità di risparmio per le imprese. Il modo di agire che sta alla base dell’ Economia Circolare è ben rappresentato dal motto: FARE DI PIU’ CON MENO!

Riteniamo che le attività della futura amministrazione debbano ripartire quindi dal concetto dell’Economia Circolare quale volano per promuovere l’economia del territorio e l’innovazione, oltre che una corretta gestione dei rifiuti che promuova comportamenti virtuosi.

Leggi il resto “Padova, Città dell’Economia Circolare”

Un Porta a Porta Digitale per la Campagna Elettorale di Coalizione Civica

I sondaggi pubblicati in questi giorni dai quotidiani locali, Mattino di Padova, Gazzettino e Corriere Veneto, considerata l’altissima percentuale di persone contattate dai sondaggisti che non si esprime (42% secondo Swg) , e la distanza che ci separa dalla data del primo turno elettorale (probabilmente entro il 15 di giugno) non avrebbero alcun peso. E allora perché le pubblicano con apprezzabile spazio? A prima vista direi che vi sia il tentativo da parte dei vertici dei quotidiani di utilizzare sondaggi privi di reale significato, per polarizzare il voto su due candidati, il sindaco uscente Massimo Bitonci e il candidato di Pd e moderati, Sergio Giordani, e temo che così sarà fino al voto di giugno, per tagliare fuori altre forze; la più rilevante delle quali oggi è Coalizione civica per Padova che ha un candidato in realtà fortissimo, perché autorevole e molto apprezzato in città: appunto, Arturo Lorenzoni.

Leggi il resto “Un Porta a Porta Digitale per la Campagna Elettorale di Coalizione Civica”