1. Assessorato sociale e del lavoro

  • Istituzione di un nuovo Assessorato denominato ASSESSORATO ALL’INNOVAZIONE SOCIALE E AL LAVORO per la vita produttiva e sociale della città, che persegua il benessere della Persona e della Comunità
  • Valori da perseguire: dignità della persona; solidarietà e inclusione social; sostenibilità ecologica; equità sociale anche includendo il rispetto dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori subordinati e autonomi e partecipazione e trasparenza.
  • Tre linee guida fondamentali: la Progettazione Politica, la Promozione Culturale e la Relazione con la Comunità
  • Definizione di un “patto sociale di sviluppo”, che vedrà coinvolti in un dialogo costante quanti, lavoratori e imprese, aderiscono esplicitamente ai valori e fondanti il Piano di Innovazione Sociale e del Lavoro.

2. L’Ente Comunale come

  • erogatore di lavoro e come gestore e/o investitore in società partecipate:
    generare strumenti e strategie finalizzati a garantire efficacia ed efficienza dei servizi offerti, attraverso una valorizzazione e crescita delle competenze dei lavoratori coinvolti
  • promotore di un lavoro che sia fondato su e sia emanazione di Innovazione Sociale:
    concordare con le parti sociali uno sviluppo del territorio fondato su criteri di sostenibilità; supportare le imprese nello sviluppare un modello di produzione che coadiuvi la realizzazione del modello di comunità disegnato.

3. Innovazione tecnologica

  • L’innovazione tecnologica che deve  tendere all’efficienza, ma anche ad un impatto  sociale positivo e collegata a programmi di formazione continua.