Daniela Ruffini

Daniela Ruffini

Sono nata in provincia di Pescara, vivo a Padova dove mi sono laureata in Psicologia.

Dopo il liceo classico ho sempre lavorato per mantenermi agli studi e sono dipendente di un istituto bancario dal 2001.

Sono stata assessore alla casa e all’immigrazione dal 2004 al 2009. Ho gestito la chiusura del Ghetto di via Anelli , ricollocando tutte le famiglie e le persone che vi vivevano legalmente. Ho promosso l’integrazione  e la partecipazione nella nostra città. Ho inserito Padova nel programma Sprar ottenendo importanti finanziamenti nazionali ed Europei .

Come assessore alla casa ho realizzato l’obiettivo Sfratti Zero ottenendo importanti investimenti che hanno permesso di incrementare il patrimonio pubblico abitativo con azioni di recupero e nuove acquisizioni, nonché con accordi con altri enti istituzionali presenti in città.

Dal 2009 al 2014 sono stata Presidente del consiglio comunale esercitando la mia funzione nel pieno rispetto delle regole e delle minoranze, con riconosciuta e non facile imparzialità.

Durante i miei mandati ho sempre devoluto la quota eccedente il mio stipendio di bancaria degli emolumenti relativi alla mia funzione, alle attività sociali e mutualistiche promosse dal PRC.

In consiglio comunale mi sono opposta con forza alla vendita di Acegas  Aps a Hera e alla privatizzazione del servizio di trasporto pubblico e ho sempre difeso i beni comuni e il patrimonio ambientale, paesaggistico e storico della città.

Durante i miei mandati il PRC ha sempre indicato nei consigli di amministrazione degli enti partecipati dal comune, esponenti della società civile e delle associazioni .

Dirigo come volontaria le attività dei Gruppi di acquisto popolare  e lo sportello sociale del PRC,  attività svolte a favore degli strati popolari più colpiti dalla crisi.

Mi candido per portare in consiglio comunale i bisogni e gli interessi di quella parte della città che ha pagato e paga pesantemente la crisi economica, le lavoratrici e i lavoratori, i disoccupati, la precarie e i precari.

Lavorerò affinché il comune utilizzi tutte le risorse disponibili e quelle che si possono ricavare da un un intelligente uso dei finanziamenti europei, per creare lavoro giustamente retribuito, e perché sia dato un vero sostegno a chi è privo di un reddito.

Continuerò   ad  impegnarmi perché ritorni al comune, alle cittadine/i padovani il controllo dei servizi pubblici, dei beni comuni, di cui sono stati privati con le vendite di Acegas- APS e dell’Azienda di Trasporto pubblico locale, e nella difesa dell’ambiente e della salute di chi vive e abita  nella nostra città, gravemente compromessi dal crescente inquinamento .

Il mio bagaglio di esperienze e competenze e la coerenza che ho dimostrato nelle istituzioni, con il mandato ricevuto dagli elettori, sono a disposizione di Coalizione Civica

Per non lasciare indietro nessuno.

Perché Padova torni ad essere, a partire dalle periferie, una città viva e accogliente capace di guardare al futuro con fiducia. Per garantire a tutti/e una vita degna.

Altri candidati

Fabio Scapin

Fabio Scapin

Martina Suppa

Martina Suppa

Nicola Rampazzo

Nicola Rampazzo

Edgar Serrano

Edgar Serrano